Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Wellness

Post in collaborazione con eve Sleep.

Buongiorno gente. Oggi invece di chiedervi come è mia consuetudine state come, vi chiedo: come avete dormito? Questa mattina quando è suonata la sveglia vi siete alzati riposati e carichi di energia o in modalità zombie vi siete trascinati fuori dalle coperte? Se la vostra risposta si avvicina di più al secondo scenario, allora molto probabilmente il vostro sonno non è stato dei migliori. E sapete di chi può essere la colpa? Della cena pesante che avete consumato prima di coricarvi? Del vostro partner che russa? Sì anche questi possono essere dei validi motivi di disturbo del vostro riposo notturno. Quindi vi consiglierei di modificare la vostra alimentazione e renderla più leggera e digeribile soprattutto alla sera e di munirvi di tappi per le orecchie. Ma se anche dopo questi accorgimenti doveste ancora svegliarvi più stanchi di quando siete andati a letto, allora sapete qual potrebbe essere il problema? Il vostro materasso

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Wellness

D’altro canto trascorriamo su di esso indicativamente dalle 7 alle 8 ore ogni giorno pertanto capite bene quanto la qualità di questo oggetto sia fondamentale per riposare bene. Infatti, proprio come sostiene eve Sleep: “Una giornata fantastica comincia dalla notte prima“. Io stessa vi ho ripetuto più e più volte quanto sia importante il riposo per chi come me si allena intensamente e ha necessità di recuperare appieno durante il sonno, momento nel quale avviene proprio la riparazione e la crescita muscolare. Ma comunque dormire bene è un diritto di tutti perchè ciascuno di noi, allenamenti a parte, deve affrontare giornate sempre molto intense e necessita quindi della giusta carica e vitalità per far fronte a tutti gli impegni e le responsabilità. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Wellness

eve Sleep è il materasso più comodo al mondo e con un prezzo ragionevole. L’azienda, infatti, non servendosi di intermediari, è in grado di offrire un prodotto di elevatissima qualità progettato a Londra e realizzato in Germania ad un costo eccezionale. L’esclusiva composizione a strati, combinata con il memory foam di nuova generazione che distribuisce la pressione in modo uniforme, generando un incredibile livello di supporto e comfort oltre ad una piacevole sensazione di freschezza, dona a eve maggiore elasticità e a chi lo prova un sonno più tranquillo e rigenerante.

Il materasso è garantito per ben 3650 mattine di risvegli riposanti, aka 10 anni. E, se tutto ciò non bastasse, eve Sleep oltre a consegnarvi comodamente il materasso a casa vostra, vi dà anche la possibilità di provalo per 100 notti e, in caso non foste soddisfatti, verrà a ritirarlo gratuitamente. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Wellness

Il 16 marzo si celebra la giornata mondiale del riposo quindi quale migliore occasione per farvi forse il più bel regalo di tutti? Un materasso eve Sleep che vi offrirà molto di più che un buon riposo perchè, come ha sottolineato Jas Bagniewski, CEO della società che nel maggio 2017 è stata quotata alla Borsa di Londra, sul materasso: “Ci si riposa, si fa sesso, si leggono i libri, si gioca con i propri figli e con il partner”. Insomma si trascorrono su di esso moltissimi momenti importanti della nostra vita che val la pena rendere unici ed indimenticabili

E per concludere, ecco qui l’elenco delle buone abitudini che eve Sleep, in occasione della giornata mondiale del sonno, ha voluto suggerire per far sì che tutti possano riposare bene:

• Mantenere la temperatura della camera attorno ai 19,8 gradi
• Aspettare 27 minuti dall’ultima volta che si è controllato il telefono prima di coricarsi
• Tinteggiare di bianco le pareti della camera da letto
• Rannicchiarsi sul fianco destro
• Dormire con due cuscini
• Dormire possibilmente 8 ore andando a letto attorno alle 22.55

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Wellness

Da diverse notti riposo sul mio eve Sleep e non potrei essere più felice di andare a dormire alla sera e soprattutto di svegliarmi al mattino; per quanto concerne poi i punti precedenti direi che sono sulla buona strada anche se devo ancora lavorare su alcuni aspetti [ndr “aspettare 27 minuti dall’ultima volta che si è controllato il telefono prima di coricarsi” – ma questa è deformazione professionale ;)].

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *