Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

Post in collaborazione con Arbatax Park Resort

Buongiorno ragazzi e ben ritrovati. Come procede la vostra settimana? La mia bene, se non fosse che sento già la mancanza della Sardegna. Se avete seguito le mie IG stories sapete che io e Matteo abbiamo trascorso un weekend molto lungo in questa terra magnifica e ce ne siamo perdutamente innamorati tanto che ci siamo ripromessi di tornarci presto. Ora vi racconto nel dettaglio la nostra breve ma intensa esperienza in quest’isola magica. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

GIOVEDI’ 12 LUGLIO

Dopo esserci imbarcati da Linate siamo atterrati a Cagliari poco più di un’ora dopo e ad aspettarci c’era il nostro autista che ci ha condotti al primo dei due hotel nei quali avremmo soggiornato, il Falkensteiner Resort Capo Boi, un boutique family resort 5 stelle situato all’interno dell’Area Marina Protetta di Capo Carbonara, nonchè l’unica struttura sarda a disporre di una baia interamente riservata sulla quale si affaccia la sua spiaggia privata. La sua particolare posizione e la grande attenzione e discrezione verso gli ospiti hanno subito reso evidente come il rispetto della privacy fosse un elemento essenziale. (Psssss, siccome io non sono così riservata vi svelo, senza fare nomi però, che alloggiavano presso il resort due calciatori e qualche nome famoso del jet set televisivo italiano).

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

Onestamente, date le premesse, ero impaziente di vedere la nostra camera che infatti si è rivelata un incanto. La parte che ho preferito? Sicuramente il patio esterno con una splendida vista sulla vegetazione circostante che sfociava poi nel mare aperto. Tempo di passare da un outfit di viaggio ad una mise più elegante e ci siamo ritrovati per un aperitivo presso la nuova Villa Bellavista: nata nel 2018 ed appena inaugurata, questa villa collocata sulla collinetta prospiciente la spiaggia privata non solo consente di tuffarsi nel lusso più esclusivo ma regala una splendida vista su uno dei panorami più belli del mondo, sui riflessi zaffiro della baia di Capo Boi, uno dei gioielli che caratterizzano la zona di Villa Simius.

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

Ma lo sapete perchè l’acqua di Capo Boi è sempre più blu? Bisogna ringraziare la Poseidonia Oceanica che non è un’alga né tanto meno un rifiuto ma è una pianta superiore che riveste un’importanza cruciale per la salute del mare e per la protezione della costa dall’erosione. Al Falkensteiner Resort Capo Boi tutte la mattine viene rimossa dalla spiaggia e viene accatastata a fianco per poi essere rimessa sul litorale a fine stagione: solo così hanno potuto preservare intatta questa meravigliosa spiaggia fin dal 1963 ed avere l’acqua cristallina. La serata è poi proseguita con un’ottima cena a buffet presso “La Piazzetta di Capo Boi“, il ristorante principale situato su un’imponente terrazza dalla quale si può ammirare la bellezza del paesaggio ed udire il suono del mare. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

VENERDI’ 13 LUGLIO

Colazione vista mare e sessione di yoga nel parco all’ombra dei giganteschi pini? Vorrei iniziassero così tutte le mie giornate. E rimanendo in tema di fitness e wellness, il Falkensteiner Resort Capo Boi oltre ad offrire una classica palestra indoor e diversi attrezzi quali trx appesi ai rami e kettlebell per realizzare dei circuiti all’aria aperta ed una magnifica SPA Acquapura, consente di praticare tantissime attività: in primis ovviamente gli sport d’acqua (immersioni, canottaggio, standup paddling, windsurf);  gli appassionati di golf hanno poi a disposizione a soli 2 km dal resort un campo a 18 buche Tanka Golf & Country Club; i piccoli calciatori in erba quest’anno dal 15 giugno al 15 settembre, hanno l’occasione di prendere parte al Soccer Camp del Cagliari Calcio; ultimi ma non certo meno importanti i Boo[s]tcamp, ovvero l’opportunità unica di vivere a fianco di tantissime celebrità sportive. Ora capite perchè io e Matteo ci vogliamo tornare? Questo è praticamente il nostro paradiso: location top, ottimo cibo salutare e tanto sport, cosa volere di più?

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

Prima del pranzo presso “L’Osteria Del Mare“, definita una Seafood Salumeria sulla spiaggia dove ci si reca per degustare il pescato del giorno e quello che lo straordinario chef Massimiliano Balia consiglia, abbiamo fatto un tour di tutto il resort per scoprirne tutti i meravigliosi e suggestivi angoli. Non per nulla il Falkensteiner Resort Capo Boi è stato premiato con l’ambitissimo “Best Interiors Award 2018“, grazie ai manufatti ispirati al mare e al paesaggio delle coste del mediterraneo che caratterizzano il suo interior design, frutto della visione della famiglia Mazzella proprietaria della struttura e dell’architetto Sebastiano Salaris. Angela Scanu e suo marito Giorgio Mazzella amano profondamente la loro Terra e desideravano che questo progetto ne raccontasse proprio la sua magia, recuperando le più antiche tecniche di tessitura appartenenti alla cultura sarda con una filiera produttiva che puntasse totalmente sul locale. Ispirandosi al genio creativo di Maria Lai, definita l’artista “bambina” per la sua capacità di giocare con l’arte ed una delle più grandi artiste del ‘900 italiano, Angela, seguendo i fili che Maria amava tanto, ha costruito un team di talenti unici, l’artista Paulina Herrera Letelier, l’ing. Giuseppe Demelas e Marianna Urru, che grazie al loro estro hanno dato vita a quei meravigliosi tappeti con sofisticati effetti tridimensionali ispirati al mondo marino. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

E passando dal sacro al profano ma non potevo non menzionarli, l’offerta gastronomica del resort comprende anche la Bottega del Gelato e la Casa della Pizza, situati nei pressi della suggestiva Infinity Pool, che offrono le prelibatezze create dal maestro gelataio Marco Serra, tre coni Gambero Rosso e uno tra i migliori gelatieri d’Italia, e una pizza cotta nel forno a legna secondo la ricetta originale e servita con condimenti tipici e prodotti con ingredienti del territorio. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

Dopo pranzo abbiamo dovuto a malincuore salutare il Falkensteiner Resort Capo Boi e, risaliti a bordo del nostro pulmino, ci siamo diretti ad Arbatax a circa due ore di viaggio verso nord, situato a metà della costa est della Sardegna. Lungo il tragitto abbiamo fatto però due soste: la prima al Museo Diffuso, un open air museum che ospita Ulassai, mondo magico di Maria Lai, una affascinante raccolta delle opere di questa straordinaria artista visionaria. Seconda tappa al complesso dei nuraghe Scerì Ilbono: dopo essere passati attraverso il villaggio di capanne e una necropoli di domus de janas che svelano la storia millenaria del complesso rapporto tra l’uomo preistorico e il territorio, siamo saliti sulla torre del nuraghe Scerì che svetta arroccata su un’imponente emergenza granitica. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

Arrivati all’Arbatax Park Resort ci siamo subito resi conto della vastità di questo complesso incastonato nel territorio dell’Ogliastra tanto da fregiarsi del titolo di più grande Park Resort & SPA della Sardegna: 60 ettari di parco verde che ospitano ben cinque hotel: Telis, Dune, Borgo Cala Moresca, Monte Turri Cottage. Noi alloggiavamo proprio in quest’ultimo all’interno di una delle Suite del Mare. Se non fosse bastata la meraviglia della nostra camera con un letto a baldacchino strepitoso ed un giardino a ridosso della spiaggia e all’ombra delle palme, abbiamo avuto anche l’opportunità di visitare le nuove Suites del Mare, tra cui la splendida Suite della Pietra, dedicata a Pinuccio Scola artista e creatore delle “pietre sonore“. Queste pietre che emanano una dolce melodia quando le si sfiora hanno ispirato proprio la creazione delle lampade e della testata del letto; le pareti invece sono ricoperte del tessuto tradizionale sapientemente lavorato dalle tessitrici. Più che una camera una vera e propria esperienza sensoriale che racchiude l’emblema della Sardegna.  Si tratta di un’area piena di natura dove il promontorio di Capo Bellavista, nella costa centrorientale dell’isola, incontra il Mediterraneo con scogliere porfiriche, vegetazione rigogliosa, sentieri dai quali osservare la più rappresentativa fauna isolana, calette dalle trasparenze cristalline. La filosofia di questo posto magico non è solo quella di vivere un soggiorno in un posto incantevole ma respirare la sua essenza, la sua tradizione, la sua cultura. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

La serata si è poi conclusa con una cena tipica durante la Festa Sarda, un evento organizzato all’interno dell’Arbatax Park Resort ma aperto a tutti dove è possibile gustare prodotti e piatti tipici del territorio, aggirarsi tra le bancarelle degli artisti e artigiani locali ed assistere a spettacoli della tradizione sarda. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

SABATO 14 LUGLIO

Sabato mattina abbiamo abbandonato la terraferma e a bordo della Lady Ship abbiamo navigato lungo la costa del Baunei, nella parte sud del Golfo di Orosei, e abbiamo gettato l’ancora nei pressi dell’incantevole Cala Goloritzè. Questa spiaggia, una delle più suggestive di tutta la Sardegna, è racchiusa all’interno del Parco Marino di Monte Santo e si caratterizza oltre che per le sue acque cristalline per il famoso pinnacolo di roccia alto 143 metri. Raggiungibile solamente a piedi o in barca, da questa spiaggia è anche possibile ammirare l’arco naturale che si apre sul lato destro della baia. E’ inoltre presente una sorgente d’acqua dolce che dal sottosuolo sfocia in mare, mentre l’arenile è composto di piccoli ciottoli bianchi e sabbia.

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

Inutile dire che appena è stato possibile mi sono tuffata in questo mare idilliaco ed è stata un’esperienza incredibile: l’acqua era a dir poco perfetta, così rilassante e magica. La giornata è proseguita poi tra molte chiacchiere, un light lunch e un po’ di relax a prua e a poppa per non farci mancare nulla!

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

Rientrati in porto a metà pomeriggio siamo stati poi accompagnati da un Ranger nella visita del Parco Naturalistico e Faunistico Bellavista. A bordo di un autobus open air abbiamo esplorato tutta la Penisola di Bellavista: circa 40 ettari con diversi percorsi a disposizione per poter ammirare non solo la flora con i suoi olivastri, lentischi e mirti ma anche i numerosi animali tipici come i mufloni, i cinghiali, i cavallini della giara, i daini, gli asini, le pecore e le mucche sarde, oltre ad una varietà di volatili che trovano un sicuro rifugio in un ecosistema protetto. Senza ombra di dubbio il momento clou di questa escursione è stato poter ammirare le famose Rocce Rosse di Arbatax al tramonto quando il sole scendendo sul mare colpisce queste formazioni rocciose e ne esalta i colori incredibili. Sembra davvero di trovarsi nell’Arizona di Tex Willer. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

Una giornata così incredibile non poteva concludersi in modo migliore, ovvero con un aperitivo seguito da una squisita cena nella terrazza del Ristorante dell’Hotel Monte Turri, dalla quale si gode di un’incredibile vista su Borgo Cala Moresca che deve il suo nome alle incursioni dei pirati saraceni nell’VIII secolo e se si alza solo leggermente lo sguardo si arriva al mare blu. Così tra le note profumate della vegetazione, tra i sapori dei piatti magistralmente realizzati, tra i suoni del mare in lontananza e quelli di una poesia recitata solo per noi si è conclusa la nostra ultima serata all’Arbatax Park Resort.

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

DOMENICA 15 LUGLIO

E fu così che arrivò anche l’ora di partire e di dire arrivederci e non certo addio a questa magnifica terra. Domenica mattina abbiamo infatti ripreso il pulmino che ci ha riportati a Cagliari e da lì ci siam imbarcati su un volo per Linate. Ringrazio infinitamente la famiglia Mazzella, tutto il team del Falkensteiner Resort Capo Boi e dell’Arbatax Park Resort e nello specifico i rispettivi marketing manager Giancula Borgna e Giovanni Meloni per l’ospitalità e per tutte le attenzioni e le premure che ci sono state dedicate. Infine ringrazio Federica, Patrizia e Cristina per averci concesso l’opportunità di soggiornare in queste meravigliose strutture e di scoprire un angolo unico di Sardegna e della nostra splendida Italia. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Travel

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *