Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Archivio Travel

Buongiorno gente e buon lunedì! Come è iniziata la vostra settimana? La mia piuttosto bene e credo sia tutto merito del fantastico weekend appena passato e di cui ora vi racconterò tutto. Prima di buttarci a capofitto in questo “Scenes from the weekend #24 #MantovaEdition” ditemi un po’ voi cosa avete fatto di bello. Come potete ben intuire dal titolo o se avete seguito le mie Instagram stories il mio fine settimana ha preso il via in quel di Mantova dove ho trascorso tutta la giornata di sabato per poi concludersi con una domenica casalinga di relax e tranquillità. Ma andiamo con ordine, torniamo un attimo a venerdì sera, quando dopo la pubblicazione del Friday’s Fave Five #46 ed il mio consueto allenamento mi sono fiondata a casa per preparare tutto il necessario per il giorno seguente e cercare di andare a letto presto dato che l’indomani la sveglia sarebbe suonata all’alba. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Archivio Travel

Infatti alle sei e trenta di sabato mattina imboccavo già l’autostrada diretta verso questo magnifico capoluogo lombardo, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Dopo circa due ore e quaranta di strada, comprensive di una veloce sosta in autogrill per un più che necessario cappuccino, sono finalmente giunta in quella che viene considerata una vera e propria città-museo, attraversata da una grande quantità di canali del fiume Mincio

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Archivio Travel

La prima tappa è stata ovviamente Palazzo Te al quale si può arrivare direttamente in macchina e il cui parcheggio è gratuito. L’ingresso costa 12 euro ma vi garantisco che li vale tutti, soprattutto perchè il biglietto vi dà l’opportunità di vistare anche il vicinissimo Palazzo San Sebastiano. Oltretutto all’interno del Palazzo, costruito nel Cinquecento per volere del marchese Federico II Gonzaga che desiderava una dimora destinata al divertimento, allo svago e a ricevere ospiti illustri, vengono spesso allestite numerose mostre satellite. In particolar modo io ho potuto ammirare quella dedicata a “Il tessuto come arte: Antonio Ratti imprenditore e mecenate” davvero molto interessante. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Archivio Travel

Essere la prima visitatrice del mattino e potersi aggirare per gli ampi saloni, i giardini, le scuderie ed i passaggi segreti completamente da sola e in silenzio ha reso la mia visita ancora più magica e suggestiva e si è poi trasformata in qualcosa di addirittura surreale e mitologico quando sono giunta nella Sala dei Giganti: mi sembrava quasi di essere risucchiata all’interno della scena che si stava svolgendo e di vivere in una dimensione spazio-temporale parallela.

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Archivio Travel

Terminata la visita mi sono diretta alla seconda tappa obbligatoria del mio tour mantovano, ovvero Piazza Sordello. Complice anche una meravigliosa giornata di sole che ha spinto molte persone ad uscire di casa, questo centro del potere politico e religioso della città era pervaso da un’atmosfera brulicante ed effervescente. Sulla piazza di impronta medievale infatti si affacciano non solo l’imponente Duomo dedicato a San Pietro e caratterizzato da una struttura architettonica a cinque navate, ma anche Palazzo Ducale un vasto complesso monumentale ed architettonico che ingloba anche il magnifico Castello di San Giorgio, dove è possibile ammirare la famosa Camera degli Sposi ad opera di Andrea Mantegna e nella quale ci si sente osservati dalle figure dipinte affacciate al celeberrimo oculo prospettico che scrutano verso il basso – Palazzo Vescovile, Palazzo del Capitano e Palazzo Castiglioni

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Archivio Travel

Poche centinaia di metri separano Piazza Sordello dalla centralissima Piazza delle Erbe, così chiamata perchè un tempo vi si svolgeva il mercato di frutta e verdura e chiusa da un lato dalla splendida Rotonda di San Lorenzo, dal Palazzo della Ragione, dalla Casa del Mercante e dall’Orologio Astronomico; dall’altra circondata da caratteristici portici in stile tardo gotico e rinascimentale sotto ai quali si trovano una miriade di negozi, locali tipici e deliziosi ristorantini che propongono la tipica cucina mantovana. 

Infatti dopo tutto questo girovagare mi sono concessa un bel piatto fumante di ravioli ripieni di zucca ed amaretto con fonduta e castagne al vapore, talmente buoni che li ho divorati senza nemmeno scattare loro una foto. Un piatto non propriamente leggero ma assolutamente da non perdere, poi d’altro canto avevo necessità di forza ed energia per affrontare la seconda parte della giornata. Infatti dopo pranzo ho lasciato il centro della città per dirigermi verso il Palabam dove si stava svolgendo la Mantova Tattoo Convention. Ebbene sì, #SorryMama. Altri due nuovi tattoo si sono aggiunti sulla mia pelle. 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Archivio Travel

Vi starete chiedendo perchè sono dovuta andare fino a Mantova. Innanzitutto è stata una buona scusa per visitare questa meravigliosa città che non avevo mai visto e, secondariamente, perchè proprio e solo lì era presente il tattoo artist di origini russe che avevo scelto per realizzare i lavori che desideravo. Non so se avete mai sentito parlare di Evgeny Kopanov, è piuttosto famoso nel settore ed ha uno stile unico ed inconfondibile: un vero e proprio artista che non è semplice da rintracciare per cui ne è valsa sicuramente la pena fare qualche centinaia di chilometri per farsi tatuare da lui ed avere una sua opera d’arte sulla pelle. Cosa ne dite, vi piacciono? 

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Archivio Travel

Terminata la seduta, essendo già tardo pomeriggio, ho preferito rientrare a casa per non trovare troppo traffico: tentativo fallito dato che ben due incidenti hanno creato code chilometriche. Così sabato sera, dopo una cena in puro stile americano a base di due fette di pizza margherita e dell’insalata servite nel medesimo piatto, sono crollata a letto e mi sono risvegliata alle dieci di domenica mattina.  

La giornata, come vi avevo preannunciato all’inizio, è trascorsa nel più semplice dei modi tra relax, qualche piccolo lavoretto a pc da sbrigare tra cui la stesura di questo post e un po’ di tv comodamente sdraiata sul divano con copertina, thé fumante e camino crepitante. C’è forse qualcosa di meglio? Prima di salutarvi e di darvi appuntamento al prossimo post, vorrei darvi una news dell’ultimo minuto: guardate qui che ieri è ufficialmente diventato Allenatore Personal Trainer I Livello FIPE 2017. Dopo un percorso piuttosto lungo e tutt’altro che semplice Matteo ha conseguito questa importante qualifica. Congrats my love, I’m so proud of you! 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *