Post in collaborazione con Outshock – Decathlon Italia

Buongiorno gente e buon inizio di settimana! Come avete trascorso il weekend? Noi, come vi avevo già anticipato nel post di venerdì, non abbiamo fatto nulla di particolare ma ne abbiamo approfittato per rilassarci un po’ e sbrigare qualche faccenda domestica. Sabato mattina Matteo ha lavorato ed io sono andata in palestra e ho trascorso qualche ora al pc per rimettermi in pari con tutto il lavoro arretrato. Visto che non ho nulla di entusiasmante da raccontarvi e dato che vi avevo promesso che vi avrei fornito tutti i dettagli circa la mia giornata trascorsa sul ring, colgo l’occasione per dedicare questo post proprio a quell’argomento.

Chi mi segue sui social e chi ha visto le mie Instagram stories è già a conoscenza del fatto che giovedì scorso ho partecipato alla presentazione della nuova marca Outshock di Decathlon Italia dedicata agli sport da combattimento. Ero davvero curiosa di avvicinarmi a queste discipline, apprendere maggiori informazioni a riguardo e provare a tirare qualche pugno e a sferrare qualche calcio per la prima volta in vita mia. Ho sempre voluto provare a combattere, è uno di quegli sport che mi affascina tremendamente ma, sfortunatamente, dalle mie parti non ci sono molte palestre che propongono questo tipo di corsi. Ebbene sì ragazzi, mi sono già informata perchè sono rimasta talmente entusiasta della lezione a cui ho preso parte grazie a Decathlon Italia che mi è subito venuta voglia di continuare a indossare i guantoni. Quindi faccio un appello a tutti i proprietari di palestre della zona Arona – Borgomanero: investite in un ring e dei sacchi che io ho necessità di combattere dannazione!

Ma torniamo alla presentazione di Outshock by Decathlon Italia, che si è svolta presso l’Accademia Europea di Milano. Dopo essere stata accolta dal team mi sono subito calata nei panni di Rocky in tutti i sensi.

Pantaloncino lucido e morbido con alta fascia elastica in vita e canotta abbondante con tanto di slogan “Boxing“. Prima di iniziare l’allenamento abbiamo potuto scoprire qualche informazione in più in merito al mondo della boxe, grazie alla interessantissima presentazione fatta da Olivier Clayssen, brand manager di Outshock, nonchè grazie alle parole altamente motivazionali dei coach.

La boxe conta più di 100 milioni di praticanti in tutto il mondo ed il numero negli ultimi anni è andato aumentando, grazie soprattutto all’interesse sviluppato da donne e bambini nei confronti di questo sport che si basa sul principio fondamentale di cercare di raggiungere l’avversario senza farsi colpire. Nel pugilato si fa più male chi colpisce ed è quindi fondamentale sentirsi al sicuro con un’attrezzatura che protegga. Outshock è nata proprio per rispondere a queste specifiche esigenze di protezione, sicurezza ma anche precisione e velocità.

In casa Decathlon Italia hanno fatto le cose bene e grazie alla nuova marca Outshock potrete trovare tutto cià che vi serve per dare inizio alla vostra battaglia. Come sempre il loro grande punto di forza è l’ottimo rapporto qualità-prezzo, davvero imbattibile. Solo per farvi un esempio, pensate che i guantoni boxe unisex 500 in pelle sintetica spessa e imbottitura con schiuma iniettata ad alta densità per assicurare la massima protezione contro gli shock, chiusura con larga fascia in velcro sul polso per una tenuta migliore e tessuto traforato sul palmo per garantire aerazione e resistenza costano solamente 24.99€. Quindi non solo abbigliamento adatto a praticare queste discipline ma anche tutta l’attrezzatura necessaria: dai guantoni appunto alle fasce per le mani (io devo ancora imparare la tecnica esatta per indossarle ma ci sto lavorando!), dalle cavigliere ai borsoni, dai sacchi ai paracolpi.

E’ poi arrivato il momento di mettersi alla prova. Dopo un riscaldamento iniziale, abbiamo eseguito una sorta di circuito a coppie ed io non avrei potuto avere compagna migliore di “scazzottamenti“. Infatti io e Daniela ci siamo divertite tantissimo e, in tutta onestà, abbiamo anche piazzato qualche bel colpo qua e là. Ad ogni sacco corrispondeva una postazione con un esercizio ben preciso e allo scadere del tempo ci spostavamo a quella successiva.

Abbiamo imparato a sferrare diritti, ganci e montanti nonchè a colpire con gomiti, ginocchia e tibie e poi è arrivata la parte per me più divertente, quella in cui non hai più davanti un sacco ma l’istruttore con il paracolpi che ti chiama i diversi movimenti e tu li esegui in sequenza come fosse un incontro vero e proprio.

Prima ha provato fuori dal ring e poi curiosa, eccitata ma anche un po’ timorosa, ho scavalcato le corde di quell’affascianante quadrato. E’ stata un’esperienza incredibile. Nonostante non avessi mai provato e non avessi la benchè minima tecnica ma solo le nozioni di base che mi erano state fornite, mi sono sentita a mio agio.

E’ richiesta moltissima coordinazione, precisione e velocità, oltre ovviamente ad una buona dose di astuzia: bisogna prevedere le mosse dell’avversario, ridurre al minimo i propri punti deboli in cui si può facilmente essere colpiti e, infine, osare il colpo senza paura di essere colpiti a propria volta. Io cercherò di migliorare sotto tutti questi aspetti, tanto alla mia sicurezza ci penserà Outshock by Decathlon Italia. Infatti la protezione è proprio al centro dei loro prodotti, sviluppati principalmente per garantire il comfort e la protezione dei pugili contro gli shock e ideati dagli appassionati di boxe per gli appassionati, in collaborazione con professionisti.

Come sempre Decathlon Italia è riuscita in una grande impresa. Con la nuova marca Outshock ha reso la boxe accessibile a tutti, eliminando il timore di farsi male e dando la possibilità di apprezzare i bei valori di questo sport: fiducia, impegno, coraggio, rispetto per l’avversario. E io non posso che ringraziare: ho sempre avuto il sospetto che questo sport mi sarebbe piaciuto, ora è diventato una certezza!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *