Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Fitness

Post in collaborazione con Giulia Comero – Devayoga

Buon lunedì ragazzi e ben ritrovati! Come avete trascorso il weekend? Spero sia stato piacevole e rigenerante, proprio come il mio! Venerdì vi avevo già anticipato che questo fine settimana sarebbe stato low-key: infatti ho trascorso due giorni molto tranquilli all’insegna del riposo, pronta per affrontare al meglio questa nuova settimana che, invece, sarà bella densa di impegni lavorativi. A proposito dell’ultimo post e di avventure entusiasmanti, avete letto quale sarà la meta del nostro prossimo viaggio? Guardate qui se ancora non lo sapete! Per il momento però non divaghiamo troppo con la fantasia e torniamo a noi. Dato che non ho nulla di particolarmente significativo da raccontarvi che valga la pena di essere inserito in un classico post “Scenes from the weekend” (sabato mattina sono andata in palestra per la mia solita camminata in salita e ho poi trascorso il pomeriggio in piscina insieme ad un’amica ed al suo piccolo che non vedevo da un po’ di tempo; domenica invece, causa pioggia e temporali, è stata una giornata davvero pigrissima e lenta ma assolutamente rilassante), ne approfitto quindi per parlarvi della mia recente esperienza con FlYoga.

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Fitness

A settembre sarà esattamente un anno che pratico yoga presso la stessa palestra nella quale mi alleno regolarmente. Vi ho già detto innumerevoli volte oramai quanto ami questa disciplina tanto che, nonostante faccia fatica ad inserire almeno un’ora di lezione alla settimana nel mio workout planning, ho sempre cercato di fare il possibile per non rinunciarvi. Sostanzialmente mi sono appassionata allo yoga per tre motivi fondamentali. Primo: l’intensità dei miei allenamenti è alta ed i miei muscoli ne escono provati e contratti; anche se mi sto impegnando a dedicarmi maggiormente allo stretching, un’ora di yoga focalizzata su allungamenti, torsioni, equilibrio è tutta un’altra cosa ed il mio corpo ringrazia. Secondo: ho constatato come lo yoga mi abbia apportato anche dei benefici a livello psicologico. Durante i miei allenamenti la carica di energia ed il tasso di endorfine sono al massimo e questa sensazione sapete che la adoro perchè, non prendetemi per folle, ma a me piace fare fatica; da essa traggo soddisfazione per cui sollevare pesi e mettere il mio corpo alla prova di fronte a certe sfide è un piacere, certo c’è anche sofferenza.

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Fitness

Con lo yoga il gioco cambia: è tutto calma, lentezza, ascolto, gentilezza. Non crediate che durate la pratica non ci siano delle situazioni con le quali mettersi alla prova, alcune posizioni sono impegnative ed io ho ancora moltissimo da imparare ma durante l’ora di yoga la mia mente entra in una dimensione diversa, si allontana da tutto e da tutti e si concentra solo su se stessa, regalandomi momenti di grande relax e riconnessione con la mia interiorità e conseguentemente con il mondo intero. Terzo: la mia insegnante Giulia. Oltre ad essere molto brava e preparatissima, ha una tale passione per la disciplina che trasuda da tutti i pori e, cosa ancor più importante, è in grado di trasmetterla agli altri.

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Fitness

Proprio per quest’ultimo motivo, quando Giulia mi ha proposto di provare una lezione di FlYoga presso il centro Shanti Om di Borgomanero (NO) in via Cornice 15, non ci ho pensato due volte. Avete visto che sala meravigliosa? Solamente varcando la soglia vi sentirete già meglio e ben predisposti alla pratica. E’ incredibile come anche un ambiente sia in grado di emanare le giuste energie per aiutarci ad entrare nel corretto stato d’animo. Il corso inizierà ufficialmente a settembre quindi per ora ci sono solamente alcune lezioni di presentazione di questa particolare disciplina. L’idea di fluttuare in aria sorretta da un’amaca è qualcosa che mi affascina parecchio e mi rilassa al solo pensiero. E, in effetti, la mia prima esperienza di FlYoga non mi ha deluso ed è anche andata oltre le mie aspettative. Essendo appunto una lezione dimostrativa abbiamo praticato diversi tipi di yoga proprio per dare un assaggio di tutto ciò che è possibile fare con questi morbidissimi tessuti: abbiamo iniziato con Hatha Yoga, passando per lo Yin Yoga e riservando la parte finale alla meditazione.

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Fitness

L’intera lezione è stata davvero molto interessante: è sicuramente un modo nuovo e coinvolgente di praticare yoga. Tre gli aspetti che mi hanno colpito più di tutti. Il primo riguarda il livello di allungamento che è possibile ottenere con l’ausilio dell’amaca. Quando si è trattato di andare a lavorare sulla distensione dei quadricipiti (ok va bene che i miei sono particolarmente sotto pressione!) la tensione che ho avvertito era quasi insostenibile tanto era profonda. Cercando di respirare nella parte del mio corpo che soffriva maggiormente, proprio come ci insegna Giulia, ho cercato con molta calma e dolcezza di entrare nella posizione poco per volta per renderla sostenibile e comoda.

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Fitness

Il secondo motivo è che, in moltissime posizioni, si è sospesi completamente per cui viene a mancare l’appoggio tradizionale sui piedi o sulle mani che siamo oramai abituati ad utilizzare. Questo ci porta a doverci fidare di nuovi e diversi punti di sostegno grazie all’amaca e quindi ci induce a cambiare punto di vista e prospettiva e a fidarci di nuove sensazioni. E’ un buon modo per esplorare nuovi territori sia con il nostro corpo che con la nostra mente.

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Fitness

Terzo: la meditazione chiusa nel bozzolo. E’ incredibile, io provo a spiegarvela a parole ma dovreste provarla per riuscire a coglierne le sensazioni. Innanzitutto ti senti protetta e chiusa nella tua intimità; il tessuto avvolto intorno a te ti aiuta a staccarti dal mondo circostante e quindi non hai elementi che possano interferire o disturbare la pratica. Inoltre l’essere sospesi in aria conferisce già di per sé un distacco dal mondo e dalla terraferma che contribuisce ulteriormente ad isolarti. Ultimo, ma non meno importante, il leggero dondolio che si crea aiuta a rilassarsi, credo sia il medesimo principio di quando si cullano i neonati per calmarli.

Melissa Zino - Wellness Influencer & Fitness Blogger Fitness

Bene ragazzi, spero di avervi incuriositi un po’ tanto da voler provare una lezione di FlYoga. Sono sicura che mi ringrazierete! Ovviamente per tutte le informazioni tecniche fate riferimento a Giulia. Io vi saluto, vi auguro una buon inizio di settimana e vi do appuntamento al prossimo post!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *