Post in collaborazione con Domyos by Decathlon Italia.

Buongiorno ragazzi e buon inizio di weekend a tutti! E’ la prima volta che pubblico un post di sabato ma credo di avere delle notizie molto interessanti per voi che potrete già sfruttare in questo stupendo fine settimana di sole. Se mi avete seguita sui miei social nei giorni scorsi, avrete visto che ho partecipato ad un divertentissimo gioco “Imprevisti & Probabilità” in collaborazione con Domyos by Decathlon Italia. Nello specifico lunedì le “Probabilità” mi hanno consentito di scegliere i muscoli da allenare: potevo forse non focalizzarmi su quadricipiti, glutei e addominali? Un po’ scontato direte voi! Magari sì lo ammetto, ma quello che sicuramente non è stato scontato è stata la scelta del luogo in cui allenarmi. Infatti mercoledì gli “Imprevisti” hanno decretato che dovessi abbandonare la mia amata palestra e starmene comodamente a casa. Comodamente sì ma non certo pigramente. Complice anche la stupenda giornata di sole ho deciso, grazie all’aiuto di Matteo, di fissare lo Strap Training nel porticato che dà sul nostro giardino.

Prima di procedere e di spiegarvi nel dettaglio questo workout che potete eseguire anche voi dove e quando volete, mi sembra giusto darvi qualche informazione in più su questo attrezzo davvero utilissimo e assolutamente versatile. Lo Strap Training è un sistema di cinghie leggero e compatto, facilmente trasportabile grazie anche alla sua sacca in dotazione, che può essere fissato ad una sbarra, ad un palo, ad un albero e persino alla porta di casa. Potrete allenarvi praticamente ovunque e in qualsiasi momento per cui niente più scuse! 😉

Questo sistema di allenamento sfrutta il proprio peso corporeo e consente di allenare e rafforzare tutti i muscoli del corpo, gestendo il livello di difficoltà secondo l’inclinazione del peso del corpo stesso. Come vi ho già anticipato, personalmente ho scelto di allenare gambe, glutei e addominali che la prova costume è dietro l’angolo e noi non vogliamo di certo farci trovare impreparati, non è vero? Iniziamo subito con il primo esercizio, il mio amato squat. Tenendovi allo Strap Training con le braccia in tensione eseguite un’accosciata completa fin sotto al parallelo per 20 volte. Vi sembra troppo facile? Eccovi una versione più impegnativa. Ogni volta che risalite fate un salto verso l’alto distendendo completamente le gambe e atterrando già nella posizione esatta per lo squat successivo.

Lasciamo riposare un po’ i quadricipiti e dedichiamoci agli addominali. Con i piedi inseriti nelle maniglie dello Strap Training mettevi in posizione di plank alta facendo attenzione ad avere le spalle sopra alle mani e tutto il corpo sulla stessa linea. Avvicinate le gambe al petto, piegando le ginocchia come per rannicchiarvi. Spalle e braccia devono rimanere completamente ferme. Saranno solamente gli addominali ad aiutarvi ad eseguire il movimento. Ripetete per 20 volte.

Torniamo a concentrarci su gambe e glutei ed eseguiamo 20 ripetizioni di affondi alternando la gamba destra a quella sinistra. Tenendoci allo Strap Training con le braccia in tensione scendiamo in affondo facendo attenzione a portare la coscia della gamba che è avanti parallela a terra, mentre il ginocchio della gamba  posteriore sfiora il terreno. Durante la risalita piegate al petto la gamba che è rimasta in dietro. Volete un suggerimento? Se fate un affondo stretto allenerete di più i quadricipiti, invece se lo eseguirete lungo ed ampio il focus sarà maggiormente su glutei e femorali. Potete anche intensificare questo esercizio eseguendo degli affondi saltati e quindi alternando senza sosta una gamba all’altra.

A seguire un altro esercizio killer per gli abs. Infilate i piedi nelle maniglie dello Strap Training e giratevi su un fianco appoggiandovi sul gomito piegato. Fate attenzione che la spalla rimanga perfettamente sopra al gomito e che tutto il corpo, compresa la testa, sia sulla medesima linea: mi raccomando non lasciate cadere il bacino. L’altro braccio si alzerà verso l’alto posizionandosi perpendicolare al terreno. Rimanete in posizione per 30′ e poi cambiate lato, il tutto per 5 volte. Volete la versione strong? Per 20 ripetizioni portate il braccio che tenete in l’alto nello spazio triangolare che si forma tra il terreno ed il vostro corpo, in pratica sotto l’ascella del braccio che vi regge a terra chiudendo la spalla leggermente in avanti e poi distendete nuovamente il braccio e la spalla verso l’alto, tornando a posizionarli perpendicolari a terra.

E chiudiamo in bellezza con un ultimo esercizio dedicato nello specifico ai glutei, ovvero il ponte. Sdraiatevi a terra con la schiena aderente al terreno. Infilate i piedi nella maniglie dello Strap Training. Attivando l’addome e mantenendo la schiena piatta iniziate a sollevare i glutei piegando a poco a poco le ginocchia; staccate una vertebra alla volta fino alle scapole, facendo attenzione a non far cadere il bacino. Poi scendete lentamente distendendo le gambe e senza inarcare la schiena ma mantenendo gli addominali contratti. Ripetete il movimento per 20 volte. La versione avanzata prevede di eseguirlo con un solo piede nella maniglia, mentre l’altro è libero e la gamba viene tenuta tesa verso l’alto.

Dopo un workout così il weekend non può che partire nel modo giusto! Per cui #CondiVivi anche tu il tuo allenamento ovunque ti trovi con il nuovo Strap Training di Domyos. E se vi state facendo qualche domande circa il mio outfit super trendy… Beh, la risposta è una sola. Tutto firmato Domyos ovviamente. I leggings 7/8 e la canotta Energy Xtrem sono realizzati in materiale traspirante e con numerosi dettagli tecnici per  garantire comfort anche durante gli allenamenti più intensi. Mentre le scarpe, le Energy 900 nere, sono estremamente comode e morbide; inoltre la loro elevata capacità di rimbalzo le rende adatte per eseguire cambi rapidi di direzione ed esercizi esplosivi. Bene ragazzi, sudata ma contenta e soddisfatta vi saluto e vi auguro un meraviglioso fine settimana nonchè una felicissima Pasqua. Credo che il prossimo appuntamento sia per martedì dato che il lunedì di Pasquetta ci aspetta una grigliata in compagnia di amici. Voi invece che programmi avete?

Un ringraziamento speciale va a Matteo che mi ha aiutato in questo progetto e ha scattato tutte queste bellissime foto.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *